Reblogged from lasbronzaconsapevole with 9 notes / Permalink

Ma infatti passa, tutto passa. Dipende, però, come. Se ti passa, ti sorpassa o ti trapassa.

folie-p:

(c’è del genio).

(Source: mailbuiosipuocolorare)

Reblogged from folie-p with 3,326 notes / Permalink

"La vera trasgressione veste gli abiti comuni della normalità.
Nessuno lo direbbe, saluta sempre tutti."

(via scalzanelsalottodellavita)

(Source: twitter.com)

Reblogged from scalzanelsalottodellavita with 48 notes / Permalink

thehystericalsociety:

Boogeymen - part of a series of eerie stereoviews - dated 1923 (Via)

Reblogged from lesioni with 77,738 notes / Permalink

"Recentemente sono stato in ospedale per un trauma cranico, ci sono rimasto per 25 giorni, e quando sono uscito tre settimane fa mi sono accorto che, a uscire dall’ospedale, tutti i giorni ti succede qualcosa che non ti ricordavi più che succedeva, come fare la raccolta differenziata, o andare in cantina, o salire su un autobus affollato, o su uno non affollato, o comprare dei libri usati, o andare nel tuo negozio preferito a comprarti una camicia e un paio di pantaloni, o andare in una libreria in centro, a Bologna, e collegarsi al loro wi-fi e guardare la posta elettronica; quando esci dall’ospedale, ho pensato, che ci sei stato magari un po’, tipo 25 giorni, ti trovi come prima, appena un po’ più magro, e completamente privo di abitudini, e, sembra brutto da dire, ma ci son dei momenti che ti vien da pensare che è una fortuna, essere usciti dall’ospedale, non c’è un giorno uguale a un altro e ci son dei pomeriggi, come oggi pomeriggio, che dopo mangiato fai un pisolo e ti vien da pensare «Che bravo, son stato, ho fatto anche un pisolo dopo mangiato». E siccome in ospedale ogni volta che facevo la cacca lo dicevo a un’infermiera («Ho fatto la cacca»), i primi giorni che son stato a casa, ogni volta che facevo la cacca, mi veniva da telefonare a qualcuno per dirglielo. E mi sono accorto di certe cose delle quali non mi ero mai accorto, per esempio che ogni tanto mi trovavo a cercare il cellulare, nelle varie tasche, come, tempo prima, cercavo le sigarette e l’accendino, nelle varie tasche, quando fumavo. E quando poi ho preparato i documenti per la dichiarazione dei redditi del 2012, «Forse mi sbaglio, – ho pensato, – ma mi sembra di essere definitivamente guarito». E ho avuto l’impressione, in queste tre settimane, che la mia vita, quel che facevo tutti i giorni, dal mattino quando mi svegliavo, alla notte quando andavo a dormire, fosse estremamente importante e probabilmente mi sbagliavo, perché io faccio una vita insignificante, ma, non so come dire, è uno di quegli sbagli che io vorrei continuare a sbagliarmi finché scampo."

http://www.paolonori.it/non-so-come-dire/

0 notes / Permalink

"Mi frequento da talmente tanto tempo che mi farebbe piacere conoscermi."

Francesco Guccini (via oltreleparole)

(Source: sopravvivenzaincorso)

Reblogged from allblackever with 553 notes / Permalink

(Source: dooming)

Reblogged from cinemanu with 13,139 notes / Permalink

Reblogged from observando with 1,573 notes / Permalink

"Ancora cadrà la pioggia
sui tuoi dolci selciati,
una pioggia leggera
come un alito o un passo.
Ancora la brezza e l’alba
fioriranno leggere
come sotto il tuo passo,
quando tu rientrerai.
Tra fiori e davanzali
i gatti lo sapranno.

Ci saranno altri giorni,
ci saranno altre voci.
Sorriderai da sola.
I gatti lo sapranno.
Udrai parole antiche,
parole stanche e vane
come i costumi smessi
delle feste di ieri.

Farai gesti anche tu.
Risponderai parole -
viso di primavera,
farai gesti anche tu.

[…]"

The cats will know, Cesare Pavese. (via egoteque)

Reblogged from egoteque with 18 notes / Permalink

"Forse non si sta parlando di me, ma dell’urgenza di dare un volto a un’aspettativa troppo a lungo tradita."

Milena Gabanelli

Gran bella risposta. Chapeau. (via gravitazero)

Reblogged from batchiara with 114 notes / Permalink